www.gastromusica.it


Vai ai contenuti

16 Cibi e bevande afrodisiache

1 Ricettario

Le informazioni riportate in questo sito di carattere medico-scientifico hanno il solo scopo di informare e non di curare per qualsiasi informazione a riguardo rivolgersi al proprio medico di fiducia.Grazie.

Le bevande afrodisiache sono alcuni distillati di erbe,come la Chartreuse lo Strega,il Galliano,il Benevento, il brandy di albicocche, il vermouth e lo champagne.Se usato con moderazione,l'alcool e le bevande alcooliche in genere, aiutano a rilassarsi e annullano le inibizioni.L'abuso di alcool compromette la salute provocondo disturbi al fegato e in più compromette la potenza amorosasessuale.Adesso viste le premesse,possiamo dire di esser pronti a organizzare uno splendido pranzo o cenetta,in questo caso a due.Il miglior modo a parer mio per per iniziare ad allontanare ogni indugio è o un aperitivo( da me descritti,vedi aperitivi) oppure un flute di champagne alla giusta temperatura..

I cibi considerati afrodisiaci,possono avere effetti stimolanti nelle zone erogene,eccitare o agire da irritante,lassativo o diuretico,più o meno nell'area genitale.Stimolare la mente per suggestione,rilassare il corpo allentando le inibizioni,risultare salutare e nutriente,ricco di minerali e vitamine,prolungare la durata dell'atto amoroso.Molti popoli nell'antichità hanno riservato un'enorme spazio per questi alimenti, aromi ed erbe.Già gli antichi greci,nei loro scritti erotici,consigliavano di consumare carote,uova,gamberi,lumache,tartufi,miele,pesci e crostacei.Adoravano Afrodite dea dell'amore che non era affatto contraria alle gioie dell'amore illecito,perche' per i greci all'epoca non esisteva distinzione tra sacro e profano.Poi altri popoli si sono dedicati a questo argomento e alle sue mille sfaccettature.Greci,egizi,romani e tanti altri popoli fino ai nostri giorni hanno lasciato molte tracce scritte e sopratutto ricette che venivano fatte girare da un punto all'altro della terra.Riporterò di seguito qualche ricetta e descrivere qualche spezia che dicono hanno queste caratteristiche Afrodisiache.

Il basilico,pianta originaria dell'Asia tropicale,ha una fragranza molto intensa che ne ha favorito l'uso in cucina.La tisana ricavata dalle foglie di basilico ha un effetto calmante.Il basilico è un ingrediente fondamentale del pesto,una salsa molto indicata nella cucina degli amanti.La ricetta è semplicissima:20 gr di basilico,2 spicchi d'aglio medi,40 gr di parmigiano,25 gr di pecorino piccante stagionato e 7 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.Frullate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta fine.Potete spalmarla su fettine di pane abbrustolito,condire paste ect.

Le carote.Ortaggio dolce e nutriente,è anche un tonico per la mente e influisce positivamente sul sistema nervoso,ricco di ferro e vitamine A B e C.I Greci la chiamavono philon (amare) e la servivano agli amanti per ecc.li. Una deliziosa ricetta è sicuramente questa purea con cordamomo.Ingr. per due pers.1/4 di litro di latte intero,1/2 kg di carote grattugiate,80 gr di zucchero di canna,40 gr di polpa di cocco,40 gr di burro,7 semi di cardamomo frantumati e circa 14 mandorle sbollentate .Prep.Mettete le carotedentro il latte e fate bollire a fuoco lento e mescolando fino a che non forma una poltigliaAggiungete il burro e lo zucchero finchè non otterrete una crema densa ,versatela su un piatto di portata e cospargetela con le mandorle e i semi di cardamomo sminuzzati.

I fichi, frutti del Ficus carica,sono sacri a Pan,assumono una forma che evoca i genitali femminili.Tanto i Greci quanto i Romani li ritenevano afrodisiaci,senza dubbio stimolano il processo digestivo e alleviano la stitichezza.I fichi contengono potassio.Senza dubbio cucinarli con l'aglio vi sembrerà bizzarro,ma questa ricetta potrebbe essere una deliziosa conclusione per un'ottima cenetta a due.1/2 kg di fichi freschi,un quarto di panna,2 bicchieri di vino rosso,3 cucchiai di miele,1 spicchio d'aglio,1/2 cucchiaio di timo,1/2 cucchiaio di lavanda.Mettete semplicemente tutti gli ingredienti in una casseruola coperta e fateli cuocere a fuoco basso per un'ora circa girando i fichi di tanto in tanto.Uscite i fichi e filtrate il liquido di cottura riducendolo alla consistenza di uno sciroppo,da versare sui fichi.Teneteli in frigo per qualche ora e poi servite.

Le uova.Tutte le uova,caviale compreso(uova di storione) e le uova di lumaca sono simboli di fertilità,procreazione e nuova vita.Hanno un alto valore nutritivo e molte ricette afrodisiache hanno come ingrediente proprio le uova.Sicuramente la ricetta più conosciuta,nell'utilizzare appieno questa energia e vitalita che trasmettono le uova,è lo zabaglione: prendete 4 tuorli d'uovo,100 gr di zucchero e 1/4 di vino marsala.Mescolate tutti gli ingredienti in un recipiente tenuto a bagnomaria,sbattete fino ad ottenere una miscela densa,versatela in delle coppe e servite ben caldo.

I piselli verdi,cotti insieme con la cipolla e spolverizzati con cannella,cardamomo e zenzero,suscitano a chi li consuma la passione amorosa.

Le mandorle,anche se non sono un vero e proprio afrodisiaco,vengono usate per preparare delle bevande ricostituenti come per esempio dopo averle bollite,spellate e pestate,vi si aggiunge del miele e dell'acqua.Oppure il classico latte di mandorla ottenuto dal "marzipane" (mandorle e zucchero passate molto fine) e acqua.Un'altra ricetta settecentesca francese,(uova al chiar di luna) suggerisce di battere con la frusta della panna insieme alla mandorle macinate,mescolate con acqua di rose a piacere,poi aggiungere delicatamente delle chiare d'uovo montate a neve.Si raccomanda di consumare con moderazione.La mandorla è molto nutriente infatti contiene quasi il doppio delle proteine rispetto alla carne di manzo.

Le ostriche come Venere provengono dal mare e sono molto ricche di zinco,rame,fosforo benefico per il corpo e per il cervello.Alimento molto sano,era considerato da Greci e Romani altamente afrodisiaco e ne andavano veramente ghiotti.Spolverando un vecchio libro ho trovato questa vecchia ricetta Crocchette di Ostriche che quì di seguito vi descrivo.Prep.Fateaprire sul fuoco un numero sufficiente di ostriche e tagliatele a dadini.Preparate un pò di besciamella eaggiungete un poco di liquido di cottura delle ostriche addensato da un tuorlo d'uovo.Mescolate la besciamella alle ostriche e quando il composto si sarà raffreddato,fate delle crocchette,passatele nell'uovo sbattuto e nel pangrattato e friggetele in olio bollente,una spolverata di prezzemolo e potete servirle.

Il sedano (Apium graveolens) è considerato un afrodisiaco molto forte,visto che contiene come i tartufi un feromone proprio dei suini.In Francia all'epoca di Madame Pompadour venivano servite, agli amanti,delle deliziose minestre a base di sedano che avevano con l'asperienza capito le virtu' afrodisiache di tali minestre.

I tartufi (appartengono all'ordine Tuberali),piccoli funghi ascomiceti,dall'aspetto insignificante,produce lo stesso feromone del maiale sessualmente attivo quando cerca di indurre la femmina ad assumere la posizione idonea all'accoppiamento.E così che il tartufo non resta sottoterra ma viena scavato e portato alla superficie dal maiale,o più spesso da cani addestrati,per poi finire sulle tavole dei buongustai.Gli Ateniesi lo consideravano un potente afrodisiaco e i Romani ne mangiavano in grosse quantità.Alla fine del settecento ricomparvero alla corte di Versailles,dove Proprio Madame Pompadour si ammalò dopo aver seguito una dieta a base di tartufi,vaniglia e sedano che avrebbero dovuto accrescere il suo ardore per Luigi XV.Anche Casanova che all'epoca faceva da mezzano allo stesso re,ne consumava una buona quantità,ma di quelli neri che lui riteneva altamente afrodisiaci.

Il cacao.Un raro esempio di femminilità australiana una certa Dame Edna Everage,affermava che "ogni ragazza ama sentirsi dentro qualcosa di caldo",quindi che c'è di meglio di una tazza di cioccolata bollente? Gli stimolanti contenuti nei semi del baccello di cacao sono la feniletimamina e la teobromina.Gli Aztechi lo consideravano il cibo degli Dei,che Dio Quertzalcoatl offriva agli uomini sulla terra.Ricordiamo solo che Montezuma II l'ultimo sovrano azteco beveva il chocolat (da cui deriva il termine "cioccolato") in una coppa d'oro mentre passava il tempo insieme a seicento donne.Si racconta che ne beveva circa 50 coppe al giorno e faceva l'amore con altrettante donne.Il cacao fù introdotto in Europa nel XVI secolo al ritorno dal Messico di Courtez.Tanti famosi amanti rimasti nella storia credevano alle qualità afrodisiache della cioccolata, a partire da Madame du Barry amante di Luigi XV,Il Casanova,il Marchese de Sade e tanti altri.Dunque offrire una cioccolata o un piccolo cioccolatino non sarà sicuramente una cattiva idea.

©2009 Giovanni Giufre All rights reserved.

Home Page | 1 Chi sono | 1 Ricettario | 17 Sistemazione e decorazione dei tavoli | 18 Vini e loro abbinamenti | 2 Ristorazione e dintorni | 3 Comunity | 4 Intolleranze | 5 Di tutto di piu' | 43 Contatti e donazioni | 6 Lingue | 7 Extra | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu